"Quando intrapresi questo sentiero, tutti pensarono che fossi impazzito. Cantavo i miei canti di devozione a Dio, e alcuni dei miei familiari pensavano che avessi preso una brutta strada. Quando cantavo, essi piangevano di nascosto rattristandosi per me. Ma con il passare del tempo riuscii a convincerli che si sbagliavano, e cominciarono anche loro a cantare i miei canti d'amore a Dio e a tentare di meditare; divennero miei discepoli, proprio a casa mia! Questa è una cosa insolita perché si sa che 'nessuno è profeta in patria!'. L'amore di Dio, l'amore dello Spirito, consuma ogni altra cosa. Quando lo conoscerete, vi condurrà sempre più avanti nei regni dell'eternità. Questo amore non vi verrà mai tolto dal cuore, dove continuerà ad ardere per sempre, e nel suo fuoco troverete il grande magnetismo dello Spirito che attrae verso di voi gli altri e tutto ciò che vi occorre o che desiderate. In verità vi dico che tutte le mie domande hanno avuto risposta, non dagli uomini ma da Dio. Egli esiste. Egli esiste. E' il suo Spirito che vi parla per mezzo mio. E' del suo amore che vi parlo. Palpito dopo palpito, come uno zefiro leggero, il suo amore accarezza l'anima. Giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, anno dopo anno, continuerà ad aumentare e non riuscirete a intravederne la fine. Ed è questo amore che ciascuno di voi sta cercando. Credete di desiderare l'amore umano e la prosperità, ma dietro queste cose c'è il Padre che vi chiama. Se comprenderete che Dio è più grande di tutti i suoi doni, lo troverete."

Da: Paramahansa Yogananda, Il Divino Romanzo, Astrolabio/Ubaldini Editori

Torna al Sito